Home » Il mio blog » Una vita da MultiPod

Una vita da MultiPod

Vita da Multipod

Vi siete mai chiesti cosa volete fare da grandi?

Questa è una domanda di rito che faccio sempre durante i colloqui. E mi diverte vedere le reazioni de* candidat* che rimangono interdetti cercando di capire se sto scherzando o faccio sul serio.

Io me lo chiedo spesso. E la risposta è stata sempre diversa ogni volta. Voglio essere una manager, voglio viaggiare, voglio dedicarmi all’arte, voglio essere una sportiva, voglio una famiglia, voglio conoscere cose nuove.

A voi è mai capitato?

Qualche tempo fa navigando distrattamente tra i reel di Instagram mi sono imbattuta in un concetto: “Multipotenziale”. Cosi mi sono messa a cercare informazioni e ho incontrato Emilie.

Emilie Wapnick è la fondatrice di Puttyteam, una community che riunisce persone Multipod, individui che perseguono diversi interessi e hanno molte passioni, che rifiutano la singola vocazione per costruire una carriera che abbracci tutte le proprie passioni dando alla propria vita un significato.

Alla base c’è la ricerca del benessere e l’ambizione di cambiare il concetto canonico del lavoro applicando l’approccio multipotenziale alla vita e alla carriera. I multipotenziali sono individui con mille interessi e alla domanda “cosa vuoi fare da grande” risponderebbero TUTTO.
Un multipotenziale è una persona curiosapositiva e con tanta voglia di fare.

Ho deciso di perseguire la mia natura e non essere più una spettatrice passiva della vita.
Non voglio limitarmi ad aspettare che il futuro arrivi, o lasciarmi sorprendere dalle cose che accadono, ma voglio scegliere il mio futuroimpegnarmi fino in fondo nella sua costruzione.

Sono un’esperta di strategie di comunicazione e marketing, una creativa, team builder e un’appassionata di data storytelling!

Tutte queste passioni, e molte altre che scoprirò nel mio cammino, contribuiranno a rendermi felice e a rendere il mondo un posto leggermente migliore di come l’ho trovato.

Il mio percorso di esplorazione include la "creatività", che ha sempre avuto un ruolo fondamentale e abilitante anche nel mio lavoro come executive marketer, consentendomi di pensare fuori dagli schemi e di lavorare meglio con le risorse più creative con cui ho lavorato. Per questo ho deciso di riprendere a dipingere e produrre artefatti di design utilizzando la serigrafia (altra mia passione). Questo è il making-of dell'ultimo murales che ho fatto, prende spunto dall'Art Naif di Henri Rousseau (per gli appassionati del genere ci sono dei riferimenti espliciti :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.